Turismo

Turismo
turismo
 ARRIVO
   PARTENZA
 
Prenotazioni last minute Hotel scontati a Camping Marche
Monumenti e luoghi di interesse
La Rocca di Senigallia
La Rocca di Senigallia si trova nelle Marche, a Senigallia, comune in provincia di Ancona. È un esempio di costruzione a scopo militare del Rinascimento.
Costruita da Baccio Pontelli con l'influenza di Luciano Laurana nel 1480, la Rocca è situata in un luogo di considerevole importanza strategica. È a pianta quadrata, con 4 torrioni di aspetto imponente. In essa possono individuarsi almeno 4 fasi costruttive che si svolsero nell'arco di quasi due millenni, seppure la sua configurazione tardo quattrocentesca sia attualmente la prevalente.

Duomo di Ancona
Il Duomo di Ancona è dedicato a San Ciriaco e sede dell'Arcidiocesi di Ancona-Osimo. Dal colle Guasco domina tutta la città di Ancona ed è una delle chiese del periodo medioevale più interessanti delle Marche.
Il duomo rappresenta un classico esempio di arte romanica a cui si mescolano elementi bizantini e gotici.

Lazzaretto
Lazzaretto è un edificio di Ancona progettato dall'architetto Luigi Vanvitelli.
L'edificio ha una forma pentagonale. Situato nella zona del porto, è una sorta di isola autosufficiente, collegata all'esterno solo da una piccola passerella; il piccolo canale che la divide dalla terraferma si chiama "Mandracchio". Occupa una superficie di 20.000 m² in cui può ospitare fino a 2.000 persone, oltre ad una grande quantità di merci; il rifornimento idrico è assicurato da una rete sotterranea di cisterne. L'unica parte visibile di questo sistema è un piccolo tempio neoclassico dedicato a San Rocco, presente al centro del cortile interno.

Battistero di Ascoli Piceno
Il Battistero di Ascoli Piceno si affaccia su Piazza Arringo al lato sinistro della Cattedrale dedicata a Sant'Emidio, Patrono della città.È un monumento semplice ed austero nelle forme di architettura sacra, che ben rappresenta lo stile romanico ad Ascoli.
Realizzato in blocchi di travertino che con molta probabilità provengono da altri edifici, o da una preesistente costruzione.

Tempietto di Sant' Emidio Rosso
Il Tempietto di Sant' Emidio Rosso è stato edificato al di fuori delle vecchie mura cittadine di Ascoli Piceno ed è uno dei siti dedicati a Sant'Emidio, patrono della città, che fanno parte del percorso emidiano ascolano.

Tempietto di Sant'Emidio alle Grotte
Il tempietto di Sant'Emidio alle Grotte, classificato come uno dei monumenti più importanti della città di Ascoli Piceno, è un bellissimo prototipo di arte barocca. Si definisce alle grotte perché costituito da una grotta scavata dentro una roccia. La sua facciata, in travertino, è appunto addossata alle grotte della necropoli cristiana.

Castel di Luco di Acquasanta Terme
Conserva intatto il suo aspetto particolarmente originale per la sua insolita forma ellittica. È dotato di un cortile interno.Situato vicino al borgo medievale di Paggese, domina l’antica Strada Consolare Salaria che costeggia il corso del fiume Tronto. Edificato seguendo il bordo dello sperone roccioso, in travertino, beneficia della naturale difendibilità del luogo che lo ospita. La cinta delle mura perimetrali ha una struttura irregolarmente circolare chiusa.

Castel Trosino
Castel Trosino è un piccolo borgo che si trova a pochi chilometri da Ascoli Piceno raggiungibile seguendo la strada che, dopo il Ponte di Porta Cartara, supera ed oltrepassa l’incasato di Borgo Cartaro.

Il Forte Malatesta Il Forte Malatesta è una delle costruzioni fortificate della città di Ascoli Piceno. Edificato nei pressi del Ponte di Cecco, passo obbligato per chi accedeva nella città dalla zona Est. Questa fortificazione, vicina alle sponde del Torrente Castellano, fu ricostruita sui resti di una precedente rocca per volere del signore di Rimini Galeotto Malatesta verso la metà del 1300.

Palazzo Bonaparte
Il Palazzo Bonaparte è un edificio di Ascoli Piceno che si distingue per l’unicità dei decori e dei bassorilievi scolpiti sulla sua facciata, che ne arricchiscono l’elegante bellezza.

Torre degli Ercolani
In Ascoli Piceno, vicino al Palazzetto Longobardo, in Via dei Soderini, si eleva, snella e possente, la Torre degli Ercolani. Questa è la più antica e meglio conservata torre della città.
È alta 34,5 metri ed ha la pianta quadrata. Il materiale usato per la realizzazione è il travertino, squadrato in conci regolari, di grande solidità conferisce alla costruzione robustezza, inoltre gli sconosciuti artefici della torre, per darle maggiore stabilità, restrinsero la torre verso l’alto. Fu costruita tra il XII e XIII secolo quasi contemporaneamente al Palazzetto Longobardo seguendo i canoni delle torri gentilizie.

Santuario della SS. Annunziata di Montecosaro
Il Santuario della SS. Annunziata di Montecosaro è una chiesa parrocchiale della frazione di Montecosaro Scalo, in provincia di Macerata.
Le carte della famosa Abbazia di Farfa, da cui dipendeva, parlano di questa chiesa già dall’anno 936; nei documenti più antichi è indicata quasi sempre con il nome di Santa Maria al Chienti.

La Chiesa di Santa Maria di Pistia
La Chiesa di Santa Maria di Pistia (detta anche "di Plestia") è una chiesa in stile proto-romanico e santuario di "confine", situata sull'altopiano di Colfiorito, in prossimità dell'abitato di Colfiorito. Dal punto di vista amministrativo, il corpo della chiesa si trova nel territorio del Comune di Serravalle di Chienti, mentre il sagrato è in Comune di Foligno.

Parco nazionale dei Monti Sibillini
Il Parco nazionale dei Monti Sibillini fu istituito nel 1993. Si estende a cavallo delle regioni Marche e Umbria. Le province interessate sono pertanto: Macerata, Fermo, Ascoli Piceno e Perugia.

Duomo di Urbino
Il Duomo di Urbino è la chiesa principale della città.Fondata nel 1021, in sostituzione di una precedente chiesa fuori le mura, la cattedrale urbinate aveva una pianta originariamente ruotata di 90° rispetto a quella attuale, ed era di dimensioni assai minori. Ricostruito nel XV secolo su istanza di Federico da Montefeltro, il duomo di Urbino fu edificato secondo un progetto semplicissimo e spoglio, a tre navate su bianchi piloni, secondo un progetto attribuito al senese Francesco di Giorgio Martini che in quegli anni era architetto di fiducia del duca. L'edificio fu terminato nel 1604.

Rocca roveresca di Mondavio
La Rocca roveresca di Mondavio (PU) è una fortificazione rinascimentale.

Palazzo ducale di Urbino
Il Palazzo ducale di Urbino, situato al fianco della Cattedrale, è uno dei più interessanti esempi architettonici ed artistici dell'intero Rinascimento italiano ed é sede della Galleria Nazionale delle Marche.

Monastero di Fonte Avellana
Il Monastero di Fonte Avellana, dedicato alla Santa Croce, si trova nel comune di Serra Sant'Abbondio, nella provincia di Pesaro e Urbino, alle pendici del Monte Catria.


Musei
Il Museo archeologico nazionale delle Marche
Il Museo archeologico nazionale delle Marche si trova ad Ancona situato all'interno del cinquecentesco palazzo Ferretti, documentata la preistoria e la protostoria del territorio marchigiano, dal Paleolitico alla fine dell'età del Ferro. Molto interessanti le ricche testimonianze della civiltà dei Piceni e dei Galli Senoni, tra cui spiccano gli oggetti di alta orificeria, i vasi attivi e la testa in calcare del Guerriero di Numana.

Museo di San Francesco
Il Museo di San Francesco si trova in piazza San Francesco a Mercatello sul Metauro (PU).
Il Museo di San Francesco è ospitato nella sacrestia e nel piano superiore dell’edificio, originariamente dormitorio dei minori.

La Pinacoteca civica
La Pinacoteca civica "Francesco Podesti di Ancona dal 1973 è ospitata all'interno di palazzo Bosdari, raccolglie dipinti di straordinario valore per la comprensione della pittura nelle Marche dal XIV al XIX secolo. Sono esposte opere dei pittori camerti Olivuccio di Ciccarello e Arcangelo di Cola, di Andrea Lilli, dipinti dei veneti Carlo Crivelli, Sebastiano del Piombo e Lorenzo Lotto.
Il seicento è ben rappresentato da due splendide opere del toscano Orazio Gentileschi e dell'emiliano Guercino.

Museo tattile statale Omero di Ancona
Museo tattile statale Omero, che ha sede nei pressi del palazzo della Regione. È uno dei pochi al mondo, l'unico in Italia, che permette anche ai non vedenti di avvicinarsi all'arte facendo toccare calchi in gesso a grandezza naturale, modellini architettonici, ma anche reperti archeologici e sculture di artisti contemporanei originali, di famose opere scultoree ed architettoniche.

Museo diocesano di Ancona
Museo diocesano, situato nel piazzale del Duomo. Ricco delle testimonianze di una fede che ha origini antichissime, essendo legato l'arrivo del cristianesimo al protomartire Santo Stefano, comprende una collezione di sculture, di dipinti e di oggetti sacri.

Il Museo d'arte moderna di Senigallia
Il Museo d'arte moderna e dell'Informazione di Senigallia (AN) documenta la storia del rapporto tra la parola e immagine nell'informazione, fino alle forme più recenti della copy art, della poesia visiva, della computer art e della fax art. Alcune sezioni del museo sono dedicate alla storia dell'incisione contemporanea, con opere di Trubbiani, Tamburi, Mastroianni, Treccani, Brindisi.

Museo polare etnografico "Silvio Zavatti" Il Museo polare etnografico "Silvio Zavatti" è l'unico in Italia dedicato alle ricerche polari artiche italiane.
Nacque dall'impegno dell'esploratore Silvio Zavatti, che nel 1944 ha fondato a Forlì l'Istituto Geografico Polare. Il museo nasce nel 1969 a Civitanova Marche; successivamente nel 1985 è acquistato dal comune di Fermo e nel 1993 viene inaugurato a Villa Vitali.

Museo di rievocazione storica di Mondavio
Il museo di rievocazione storica di Mondavio (PU) è stato istituito nel 1966 dal professore Stefano Mascarucci in collaborazione con l'allora amministrazione comunale e associazione Proloco.

Galleria Nazionale delle Marche
La Galleria Nazionale delle Marche è uno dei musei più importanti della regione. Ha sede nel Palazzo Ducale di Urbino e conserva opere tra le più importanti del Rinascimento italiano.

Museo archeologico del territorio di Suasa
Il Museo archeologico del territorio di Suasa è allestito nel palazzo Della Rovere di San Lorenzo in Campo (PU).
Questo museo permette di ripercorrere la storia dell'ambiente e del popolamento antico della media valle del Cesano attraverso materiali archeologici e interessanti reperti geologici, faunistici e fossili.
Il percorso espositivo culmina con la sezione dedicata a Suasa romana e preromana e con la collezione Giorgi, che raccoglie reperti rari come il "cippo suasano" ed esemplari di vasi etrusco-corinzi.

Teatri e bibloteche
Il Teatro delle Muse
Il Teatro delle Muse è il più grande teatro delle Marche. Fu costruito nel 1827 su progetto di Pietro Ghinelli, ma ad oggi di quel progetto rimane solo la facciata.
Si trova nel centro della città di Ancona, vicino al porto. Si tengono spettacoli di musica sinfonica e jazz, balletti ed opere liriche.

Teatro sperimentale Lirio Arena
Inaugurato nel maggio 1960 per far rinascere ad Ancona il teatro drammatico, in attesa della riapertura del teatro delle Muse divenne il teatro cittadino e per finanziarne le spese di gestione fu costituito un comitato di sostenitori che diede solidità finanziaria consentendo alle migliori compagnie italiane di esibirvisi.

Biblioteca comunale di Ancona
La biblioteca comunale "Luciano Benincasa" si trova ad Ancona, ed è situata nella centralissima piazza del Plebiscito.

Teatro di Jesi
Il Teatro Giovanni Battista Pergolesi di Jesi (AN) è lo storico teatro della città.Il 30 settembre 1883 il teatro perse la denominazione di Teatro della Concordia per essere intitolato all'illustre musicista jesino Giovanni Battista Pergolesi.

Teatro Ventidio Basso
Il Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno si trova in Via del Trivio, nelle immediate vicinanze di Piazza del Popolo.
Questo teatro è la continuità di un’antica tradizione ascolana, la prima struttura della città risale al 1579 e si trovava nel Palazzo Anzianale.

Biblteca storica di Macerata
La Biblioteca storica Cassiano Beligatti si trova in Largo Cappuccini 2 a Macerata.Le origini della biblioteca vanno ricercate nel primo convento cappuccino di Macerata, fondato nel 1544 nella contrada santo Stefano, dove si trovava già un primo nucleo di testi.

Bibloteca comunale di Macerata
La Biblioteca comunale Mozzi Borgetti è una biblioteca storica di Macerata.In oltre due secoli di attività la biblioteca è andata progressivamente estendendosi con sale e depositi ai vari piani dello stabile. Nell’ingresso da piazza Vittorio Veneto sono conservati i busti di Benedetto Cairoli, di Ercole Rosa e di Papa Gregorio XVI di Fedele Bianchini. I numerosi stemmi in pietra provengono dall’antica Fonte Maggiore. Alla raccolta archeologica dei Musei Civici appartengono il sarcofago strigilato dell’atrio e il grande dolio romano di età repubblicana all’ingresso della Sala Castiglioni.

Sferisterio di Macerata
Lo Sferisterio di Macerata è una struttura teatrale unica nel suo genere architettonico. Secondo alcuni il teatro all'aperto con la migliore acustica in Italia.
L' edificio è stato progettato nel 1823 dal poliedrico architetto neoclassico Ireneo Aleandri (progettista, tra l' altro, del viadotto dell' Ariccia e del Teatro Nuovo di Spoleto).
Lo sferisterio deve il suo nome e la sua particolare pianta a segmento di cerchio alla destinazione d'uso originaria, come luogo per il pallone col bracciale.
Ha una capienza massima di 3000 persone ed è noto da qualche anno per la stagione estiva dell'opera chiamata "Macerata Opera".

Teatro Flora
Il Teatro Flora di Penna San Giovanni fu edificato intorno al 1780 all’interno del Palazzo dei Priori grazie all'istituzione di un condominio teatrale, sistema grazie al quale furono creati nelle Marche, tra la fine del Seicento e l'inizio dell'Ottocento, un gran numero di piccoli e grandi teatri, primo fra tutti il Teatro della Fortuna di Fano (1677).

Teatro Apollo di Mondavio
Il Teatro Apollo di Mondavio (PU) è il teatro storico del comune.
Le origini del teatro sono tardo settecentesche è infatti del 1789 la costituzione della ‘Società dei Condomini’. L'edificio fu ricavato all’interno della ex chiesa di S. Filippo Neri risalente al '400, ma l’aspetto che il teatro presenta attualmente risale all'ultimo consistente rinnovamento portato a termine nel 1887. Non si conosce però né l'architetto che progettò il teatro né colui che diresse successivamente i lavori di ampliamento.
Roma Hotel Venezia Hotel Firenze Hotel Milano Hotel

Roma

Caput Mundi, città eterna, questi sono solo alcuni degli aggettivi che si sprecano, per questa città fatta di storia. Soggiorno consigliato da 3 a 5 giorni

Venezia

La città lagunare è una delle mete turistiche d'elite più famose e particolari del mondo. Romantica e raffinata ospita strutture ricettive di altissimo livello

Firenze

Città dell'arte per eccellenza., il miglior modo per visitare Firenze è lasciarsi trasportare senza fretta dal fascino e dalla bellezza delle sue opere. Consigliati 2 week-end

Milano

Considerata da tutti la capitale d'Italia per l'economia e gli affari, riserva altresì molti lati nascosti per il turista attento. Oltre 400 hotel.
campings.marche.it - Copyright 2008